15 dicembre, 2018
Breaking News
Home / News / Animali domestici in Italia: numeri davvero altisonanti

Animali domestici in Italia: numeri davvero altisonanti

Animali domestici in Italia: numeri davvero altisonanti

Sono davvero tantissimi gli italiani che scelgono di adottare un animale domestico: per affermare questo può essere sufficiente guardarsi attorno in una qualsiasi città italiana, ma una conferma precisa ed autorevole arriva da Assalco, Associazione Nazionale Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia.

Assalco ha infatti pubblicato il Rapporto Assalco – Zoomark 2017, in cui si fa il punto sullo stato di floridità di questo settore e sulle abitudini degli italiani per quel che riguarda, appunto, la compagnia degli animali domestici.

Oltre la metà delle famiglie italiane possiede animali domestici

Anzitutto viene fornito un quadro relativo alla diffusione, a livello nazionale, dei “pet”, termine inglese ormai molto frequente nella lingua italiana il quale fa riferimento appunto agli animali domestici.

I numeri messi in risalto nel Rapporto Assalco – Zoomark 2017 sono davvero altisonanti: in Italia infatti gli animali domestici sarebbero più di 60 milioni.

Non sono affatto poche, peraltro, le famiglie che possiedono più di un animale domestico: secondo il report il 58% dei nuclei familiari che hanno scelto di adottare un pet ne avrebbe uno solo, mentre il 14% arriva ad averne 4 o più.

L’importanza sociale degli animali domestici

A tal riguardo il report in questione apre un’interessante parentesi di natura sociale, sottolineando come gli animali domestici svolgano un ruolo davvero importante nelle famiglie italiane.

Questi animali, infatti, non si limitano a “fare compagnia”, bensì sono in grado di migliorare in modo concreto la qualità della vita di chi li adotta.

Da questo punto di vista vengono menzionate due categorie di popolazione le quali risentirebbero in modo particolarmente positivo della convivenza con un pet, ovvero bambini ed anziani.

Per quanto riguarda i più piccoli, la presenza di un animale domestico in casa contribuirebbe a sviluppare un carattere responsabile e contraddistinto da una buona autostima, inoltre, dato importantissimo, i bambini che hanno un animale domestico tendono a fare molte meno assenze a scuola.

I risvolti sono molto positivi anche per quanto riguarda gli anziani, nello specifico per la fascia d’età over 65: in questa particolare fase della vita la presenza di un animale domestico sa rivelarsi preziosa per mantenere una buona rete di relazioni sociali e, in generale, per incrementare il benessere psico-fisico.

Vi è peraltro un dato medico molto interessante che merita di essere sottolineato: gli anziani che convivono con un “pet” godrebbero infatti di una migliore circolazione sanguigna.

Animali domestici più diffusi in Italia

Ma quali sono gli animali domestici più diffusi in Italia? Il Rapporto Assalco – Zoomark 2017 risponde anche a questa domanda: al primo posto troviamo i pesci, con un livello di distribuzione che tocca quota 49,5%, seguono gli uccellini con il 21,3%, i gatti con il 12,4%, i cani con l’11,5%, piccoli mammiferi con il 3% e i rettili con il 2,3%.

Il notevole valore di questo mercato

Tutto ciò, ovviamente, ha dei risvolti anche dal punto di vista economico: secondo il report in questione infatti la pet economy ha un valore di ben 3 miliardi di euro.

Nel 2018, peraltro, si è registrata un’autentica impennata per quel che riguarda l’acquisto di prodotti dedicati agli animali domestici, e da questo punto di vista ha avuto senz’altro un ruolo importante la diffusione sempre più massiccia del commercio elettronico.

Quando si parla di spese per gli animali domestici si è spesso portati a pensare ai mangimi, in realtà la gamma di articoli che è necessario comperare per assicurare al “pet” il miglior benessere è davvero molto ampia.

Visitando un e-commerce blasonato quale può essere PetIngros, visitabile all’indirizzo www.petingros.it, ci si può costruire un’idea circa la varietà dei prodotti a disposizione.

Per quanto riguarda i cani si possono infatti individuare mangimi, trasportini, ossa, cucce, cuscini, antiparassitari, giochi di vario genere, indumenti e molto altro ancora.

Redazione Francesca Lori

Francesca Lori
Amante degli animali dalla nascita, mi prendo cura dei loro diritti e benessere. Appassionata di cani con una lunga esperienza di Copywriter per PetFamilyNews.it

Leggi anche...

Come funziona il collare GPS per cani

Come funziona il collare GPS per cani

Il collare GPS è, nel tempo, diventato di uso comune e sempre più persone decidono …

Lascia un commento